Witold Marciniak I Andrzej Szulc, Wydaw

La sindrome dei Sudeti (o malattia dei Sudeti, l’algodistrofia o la distrofia simpatica riflessa) è una malattia il più delle volte causata da lesioni o danni, e colpisce principalmente gli arti che coprono aree più ampie rispetto all’area di stimolazione del trauma diretto.

Si manifesta nel dolore, nei disturbi circolatori, nella compromissione della funzione della struttura colpita dalla malattia. Sindrome di Sudetenland a bassa intensità si verifica in un gruppo significativo di pazienti che hanno subito una frattura dell’epifisi radiale dell’osso e frattura dell’osso del gomito, nonché nelle persone dopo la frattura nella tibia. A volte la sindrome è associata a una storia di infarto del miocardio o di disordine neurologico del mezzo-corpo.

La malattia predomina nel sesso femminile, può verificarsi a qualsiasi età, il più delle volte riguarda le strutture degli arti superiori. Lesioni, malattie degli organi interni, procedure chirurgiche e malattie o lesioni nel sistema nervoso centrale possono essere i fattori che danno origine alla comparsa dei sintomi della malattia.

A volte è impossibile determinare cosa ha avviato il processo patologico. Il meccanismo in cui i sintomi si verificherebbero dopo il fattore scatenante non è completamente spiegato.

Sintomi della sindrome di Sudetenland

La sindrome di Sudetenland di solito include una mano e un polso, meno spesso l’area intorno all’arto inferiore (ginocchia, piedi o articolazioni della caviglia). Le anomalie di solito non sono simmetriche e non coprono la stessa area di arti diversi. Il processo patologico nell’area del tronco o nella faccia è raro.

I pazienti riportano dolori e disturbi sensoriali del carattere di cottura cronica che si verificano al di fuori dell’area di lesione diretta. Tessuto muscolare e articolazioni non sono interessati. Insieme a questi disturbi, c’è una sensibilizzazione e dolore anche dopo la stimolazione, che non provoca tali disturbi nelle persone sane. È interessante notare che l’ipersensibilità riduce la sua gravità quando l’arto viene sollevato e si intensifica con altri movimenti e cambiamenti della temperatura ambiente.

Inoltre, i pazienti segnalano debolezza muscolare e difficoltà nello svolgimento delle attività quotidiane. Inoltre, possono verificarsi tremori muscolari o contrazioni. La pelle scompare nella zona interessata e si sviluppano cambiamenti trofici nelle unghie e nei capelli.

Spesso la pelle dell’arto colpito è più fredda o più calda e pallida o arrossata rispetto al lato sano (con il progredire della malattia, le lesioni consistenti in un eccessivo riscaldamento della pelle si trasformano in estinzione dell’arto colpito a causa di disturbi circolatori) .

La maggior parte dei pazienti manifesta edema, che può anche comprimere i vasi e i nervi nella zona, che contribuisce alla comparsa di ulteriori sintomi o esacerbazione di quelli già esistenti. Tutti questi disturbi possono contribuire allo sviluppo di cambiamenti permanenti negli arti, che non possono essere trattati.

Riconoscimento del team di Sudetenland

La procedura diagnostica deve tenere conto delle caratteristiche della sindrome di Sudetenland, ossia l’insorgenza di un fattore che dà luogo a sintomi di malattia, dolore e anomalie sensoriali senza causa apprezzabile, così come gonfiore e anomalie circolatorie nella zona interessata.

Dopo che sono stati rilevati i sintomi di cui sopra e sono state escluse altre malattie, è possibile diagnosticare la sindrome dei Sudeti. L’imaging viene utilizzato principalmente per l’imaging radiologico dell’arto interessato, seguito da scintigrafia ossea, risonanza magnetica o termografia (imaging della temperatura del tessuto).

La differenziazione deve tenere conto delle diverse sindromi patologiche, m. tra gli altri danno a nervi, artrite o tessuto adiposo, alterazioni infiammatorie dell’osso e del midollo, tumori, trombosi venosa profonda e altri.

Trattamento, prevenzione e prognosi della sindrome di Sudeten

Non esiste una visione chiara della scelta della gestione terapeutica che potrebbe essere efficace nel trattamento dell’algodistrofia. Ci sono attività multidirezionali che consistono nel sollievo dal dolore, nella riabilitazione, nella consulenza psicologica e nell’educazione del paziente. È estremamente raro che si intraprenda un trattamento chirurgico, compresa l’interruzione dell’innervazione simpatica dell’area interessata o l’amputazione dell’arto.

La prevenzione si basa sull’evitare il danno ai nervi durante le procedure chirurgiche, l’alzarsi presto dal letto e la riabilitazione dopo interventi chirurgici. Esistono prove che l’assunzione di vitamina C per circa 2 mesi dopo le fratture nell’area del polso impedisce lo sviluppo della sindrome di Sudetenland.

La prognosi nella maggior parte dei pazienti è positiva – i sintomi della malattia sono generalmente leggermente peggiori e si limitano solo al primo periodo della malattia, quindi scompaiono. Sfortunatamente, alcuni pazienti possono sviluppare complicazioni sotto forma di ulcere e infezioni difficili da guarire.

Si verificano atrofia muscolare permanente e contrazioni e i movimenti delle articolazioni dell’arto malato sono limitati, il che peggiora significativamente la prognosi. Una riabilitazione appropriata e sistematica impedisce lo sviluppo di alcune gravi complicanze e cambiamenti permanenti.
Mariusz Kłos

– Malattie interne “, Andrzej Szczeklik, ed. Medicina pratica, Cracovia.
– Wiktor Degi Orthopaedics and Rehabilitation “, edito Witold Marciniak e Andrzej Szulc, ed. PZWL Medical Publishing House, Warsaw.

Commenti La squadra di Sudetenland

Bożena | 2013-06-05 08:06

Posso suggerire che quando la medicina convenzionale fallisce, devi usare questa medicina non convenzionale. Attualmente, non hai altra scelta se non quella di trarre vantaggio dalla terapia con irirud, cioè il trattamento delle sanguisughe. È il metodo di trattamento più vecchio ed efficace per la maggior parte delle malattie. Il leecard è un dottore della maggior parte delle malattie, anche quelle che vengono leccate dai medici; le sanguisughe non hanno ancora danneggiato nessuno. Devi eseguire l’intero trattamento. Il leecard guarisce non solo la malattia ma anche la causa della malattia e quindi di tutto il corpo.
Provalo e sarà sicuramente buono.

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 114 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*