Infezioni cerebrali infantili

Il decorso clinico della paralisi cerebrale di un bambino varia a seconda di quale struttura del cervello è danneggiata e quanto estese sono le lesioni. Esistono varie forme di malattia, ma le sindromi dei sintomi misti sono ancora comuni.

Paralisi cerebrale bilaterale è associata a paresi spastica negli arti inferiori, che previene e limita il movimento. I riflessi profondi durante la prova devono essere chiaramente eccessivi. I sintomi negli arti superiori possono essere solo discreti – in rari casi vi è una significativa limitazione della mobilità all’interno degli arti superiori e sintomi causati dal danneggiamento di alcuni nuclei cranici (linguaggio, masticazione, deglutizione).

In un’altra forma di paralisi cerebrale – nella metà paresi dei bambini – la lunghezza e il volume degli arti sono ridotti. I movimenti della mano sono chiaramente influenzati dalla disfunzione, lo sviluppo mentale è spesso compromesso, i bambini sono disobbedienti e eccessivamente mobili. Sono comuni le crisi epilettiche e le difficoltà di scrittura, lettura, balbuzie e disturbi del linguaggio.

La forma extrapiramidale della malattia (denominata atetosi e coreoatetosi) è ora rara, causando danni ai nuclei e alle colline di base a causa della malattia emolitica dei neonati e quindi dello sviluppo dell’epatite nei nuclei di base del cervello. I bambini sviluppano movimenti involontari, noti come atetosi o movimenti coreografici.

La variabilità della tensione muscolare è anche caratteristica. La perdita dell’udito o la sordità possono essere un sintomo di accompagnamento. La malattia si manifesta dopo una dozzina circa di mesi dalla nascita, durante il periodo dell’infanzia può verificarsi solo – ritardo della sensibilità agli stimoli ambientali e ritardo dello sviluppo motorio.

Un raro tipo di paralisi cerebellare è il cervelletto. I metodi di imaging utilizzati nella diagnostica hanno aiutato a stabilire che la causa di questa forma è rappresentata principalmente da difetti cerebellali congeniti. Nei bambini si osservano: postura e disturbi del movimento, tremori, incapacità di muoversi. Questi sintomi compaiono solo nell’età post-bambina. Inizialmente, possono verificarsi solo una riduzione della tensione muscolare e interruzioni discrete della coordinazione motoria.

Diagnosi e trattamento della paralisi cerebrale infantile

Rilevare la diagnosi di paralisi cerebrale di un bambino facilita la raccolta accurata dell’anamnesi e l’osservazione dei sintomi neurologici. Ultrasonografia, tomografia computerizzata e risonanza magnetica sono utili nella diagnostica per immagini. Ogni bambino dovrebbe sottoporsi a test oculari e uditivi e test psicologici per valutare il loro sviluppo mentale.

L’essenza delle procedure di guarigione è la riabilitazione per migliorare il movimento, così come le procedure per migliorare le funzioni mentali. La terapia deve essere implementata il prima possibile, non appena un bambino sperimenta un ritardo e un disturbo dello sviluppo. Il trattamento dovrebbe continuare per molti anni.

I risultati finali dipendono dal grado di danno al sistema nervoso centrale. Nonostante la riabilitazione, alcuni bambini possono sviluppare contratture e deformità che richiedono un trattamento chirurgico.

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 252 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*